Il cibo come diritto. E il dovere di non sprecarlo – Intervista a Lorenzo Bairati

food_right2Il piatto piange. Perché per qualcuno è ancora vuoto di cibo e di diritti. Tra questi, proprio il diritto al cibo, che per circa un miliardo di persone ancora non è garantito. Eppure gli esperti ci dicono che si produce più di quanto servirebbe per sfamare l’intera popolazione mondiale. E che c’è chi ne ha talmente tanto che lo spreca senza pensarci su due volte, tanto che 1/3 di tutta la produzione mondiale di cibo destinata al consumo umano viene gettata via ogni anno.
E allora? Allora ci sarebbero un po’ di cose da rivedere per riequilibrare i piatti, cercando di correggere logiche produttive e distributive a livello globale e ripensando modelli di consumo e comportamenti quotidiani sul piano individuale. Ne parliamo con Lorenzo Bairati, docente di diritto degli alimenti all’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, intervistato durante la stesura dell’ebook L’antispreco è servito. Ricette teoriche e pratiche contro lo spreco alimentare. Continua a leggermi su Econote

2 thoughts on “Il cibo come diritto. E il dovere di non sprecarlo – Intervista a Lorenzo Bairati”

  1. Pingback: A Torino il Festival del Giornalismo Alimentare |
  2. Trackback: A Torino il Festival del Giornalismo Alimentare |
  3. Pingback: Vino, bufale, antispreco e relax: il mio Festival del Giornalismo Alimentare |
  4. Trackback: Vino, bufale, antispreco e relax: il mio Festival del Giornalismo Alimentare |

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.