La giornata mondiale dell’Acqua, festeggiata con una poesia

Ventidue marzo, oggi è la ventiquattresima Giornata mondiale dell’Acqua e quest’anno tema ufficiale scelto dall’ONU è Wastewater,  leggasi acque reflue: quelle cioè che rientrano nel circuito naturale dopo il loro utilizzo. Da ridurre, depurare e riutilizzare, secondo quanto prescrive l’obiettivo sostenibile 6.3 dell’Onu: “migliorare entro il 2030 la qualità dell’acqua eliminando le discariche, riducendo l’inquinamento e il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolose, dimezzando la quantità di acque reflue non trattate e aumentando considerevolmente il riciclaggio e il reimpiego sicuro a livello globale”.

Ventidue marzo, oggi è la ventiquattresima Giornata mondiale dell’Acqua e tutti, per festeggiarla, dovremmo impegnarci di più, dentro e fuori casa. La inquiniamo, la sprechiamo (pensiamo per esempio che l’acqua dei nostri wc è acqua potabile), ignoriamo quanta se ne nasconda dietro ogni nostra scelta, alimentare e non (è l’impronta idrica, che per esempio ci dice che un chilo di carne rossa implica un consumo di 15.500 litri di acqua e che con una maglietta ne indossiamo circa 2.700 litri) e non la valorizziamo abbastanza (quella che beviamo in Italia è soprattutto acqua in bottiglie di plastica, non certo del rubinetto).

Ventidue marzo, oggi è la ventiquattresima Giornata mondiale dell’Acqua e per celebrarla tiro fuori dal cassetto una poesia scritta qualche anno fa da un amico, il poeta torinese Guido Catalano, invitato all’interno di un progetto rivolto alle scuole a comporre un’ode sul risparmio idrico (mica facile, eh?). Questa è la poesia che ha scritto e che oggi le dedichiamo, con i nostri migliori auguri:

Acqua e sale, di Guido Catalano

Una volta ho letto un libro di fantascienza
che di colpo
sulla terra
non c’era più acqua

tu ti stavi lavando i denti
aprivi il rubinetto
per sciacquarti
niente
rimanevi lì con tutto il dentifricio in bocca
Continua a leggermi su Econote

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.