L’antispreco è servito, tra gli chef anche Serge Latouche – Recensione di G. Cattaneo

Queste quattro righe che state per leggere sì, queste le ho scritte io, e servono da ringraziamento ufficiale nei confronti di Giorgio Cattaneo, maestro di parole e amico da tanti anni. Il resto del post invece è la recensione che Giorgio ha dedicato al mio ebookL’antispreco è servito. Ricette teoriche e pratiche contro lo spreco alimentare“, dopo averlo anche letto in divenire e avermi regalato alcuni preziosi consigli. Per cui, diciamocelo, il tutto è anche un po’ suo.

Serge_Latouche 2Bastano tre mele per fare un dolce-capolavoro. L’importante? E’ che siano bacate. Parola di Anna Blasco, “food stylist” e “food maker” torinese. Perché il capolavoro è doppio: non solo il gusto, ma anche il piacere del recupero del cibo che sta per finire nella spazzatura. Pura filosofia: il cibo non è solo un mezzo per vivere, come insegna Emmanuel Lévinas. «All’esteriorità del cibo corrisponde la nostra sensibilità», spiega il professor Enrico Guglielminetti, direttore di “Spazio Filosofico”. «Il rapporto che abbiamo col cibo è analogo al rapporto che abbiamo con gli altri». Mancanza di rispetto: «Lo spreco alimentare, che riduce il cibo a rifiuto, è un caso esemplare». Continua a leggermi su Libreidee

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.