Gea Scancarello, vi racconto la sharing economy

GeaScancarello“Sì, si può fare”, sorride rassicurante. E se lo dice lei, ci possiamo fidare. Lei è Gea Scancarello, classe 1980, giornalista, blogger e esperta di sharing economy. Esperta nel vero senso della parola: nell’ultimo anno Gea ha esperito il verbo in tutte le sue coniugazioni, testandone la comodità del couchsurfing, nutrendosi di foodsharing e di social eating, viaggiando in lungo e largo per il mondo grazie al carsharing e al carpooling.

Il tutto lo ha raccontato in un libro bello e utile che si intitola “Mi fido di te. Un nuovo modo di vivere con gli altri e salvarsi” (Chiarelettere), presentato domenica a Torino nello studio Qbo durante l’evento Lov Vanchiglia. Il nuovo modo di vivere si chiama appunto sharing economy, anche detta, alle nostre latitudini, economia collaborativa o economia della condivisione.
250 pagine in cui mescola ansie da prestazione, autoironia, pulizie straordinarie e istruzioni per l’uso di come si possa dormire, mangiare e viaggiare fidandosi di perfetti sconosciuti. O quasi. Già, perché in effetti ai tempi di internet anche lo sconosciuto non è più un completo sconosciuto e anzi può godere di ottima reputazioneContinua a leggermi su Econote

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.