Spreco alimentare, accordo Expo e Banco Alimentare: il cibo che avanza ai poveri

pane_expoL’Expo dedicata al cibo si muove contro lo spreco alimentare. O almeno ci prova. Certo, hanno fatto discutere le fotografie scattate da un lavoratore (o da un turista, secondo altre fonti) e poi circolate sui social network nei giorni scorsi: fotografie che ritraggono chili di pane in enormi sacchi ammucchiati alliinterno dell’Expo-nutrire-il-pianeta, sulla cui destinazione molti hanno avanzato ipotesi, anzi certezze: finiscono nell’immondizia.

Eppure l’Expo dedicata al cibo si muove contro lo spreco alimentare e lo fa con una convenzione appena firmata tra la società Expo 2015, la Fondazione Triulza e quella del Banco Alimentare. Un accordo per mettere a disposizione di chi ne ha bisogno il cibo in eccedenza, che sarà raccolto durante la notte e poi distribuito dai volontari alle mense dei più poveri, garantendo il rispetto delle norme igienico-sanitarie. Continua a leggermi su Econote

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.