Torino, mangiare bene – e local – spendendo poco (puntata #1)

Qualche settimana fa una giornalista straniera (ciao Anna!) mi ha intervistata in quanto local – e bulimica conclamata – chiedendomi indirizzi e piatti tradizionali della cucina torinese per una guida in uscita dal titolo “Eat like a local”.
Visto che mi capita spesso di consigliare luoghi di Torino un po’ fuori dalle solite rotte turistiche a amici e amici di amici, ho deciso di segnalare anche qui alcuni dei miei posti del cuore: luoghi dove si sta bene perché il locale è accogliente e informale, si mangia bene perché c’è attenzione nella selezione degli ingredienti e nella soddisfazione dei clienti, e si esce contenti perché il prezzo è onesto e c’è crisi.

Dunque, siete sabaudi e avete voglia di ri/scoprire qualche nuovo/vecchio locale? O siete a Torino per qualche giorno e volete assaggiarla come foste dei local? Venite con me per questo primo giro.

caffe-vini-emilio-ranziniDai Ranzini per brunch/pranzo/merenda sinoira
Acciughe e tomini al verde, insalata russa, vitello tonnato, affettati e vino. È uno dei miei posti preferiti (non solo miei: è sempre pieno), si chiama “Caffè-Vini Emilio Ranzini, è un piccolo locale old-style in centro (via Porta Palatina 9, a due passi dal Duomo) a conduzione familiare, che da 60 anni offre piatti freddi della tradizione piemontese. Ci trovate l’hipster e il nonno che sgusciano l’uovo sodo al bancone parlando di calcio e politica. Dovete fiondarvi come avvoltoi nelle ore meno scontate, o armarvi di santa pazienza: vedrete che ne varrà la pena. Si mangia con meno di 20 euro. Attenzione: la sera chiude alle 20, la domenica non apre proprio.

Indovina dove vado oggi a pranzo/cena?

trattoria-valenza-balon-torinoDai Valenza
A Torino non potete esimervi da una tappa nelle trattorie tradizionali, le cosiddette piole. Tipo “I Valenza” di via Borgodora 39, nella zona del Balon, il mercato dell’antiquariato di Torino. Pasta e fagioli, agnolotti, bolliti e un caffè della casa che resuscita anche dalle grandi abbuffate. Il locale è semplice e accogliente, i proprietari originali e il rapporto qualità/prezzo onesto. Si mangia con meno di venticinque-trenta euro.

cianci-piola- torinoDa Cianci
Altro must, la piola “Da Cianci in piazzetta IV marzo. Locale giovane, frequentatissimo. Non provate a telefonare per prenotare, tanto vi risponderà un messaggio vocale che vi assicura che non sarete richiamati. E allora? Passate direttamente e riservate per la sera o per il giorno successivo il vostro tavolo. Servizio molto veloce, cucina semplice, con due o tre scelte a disposizione (vegani astenersi, ci sono tanta carne e formaggi). Si mangia con una ventina di euro.

CamaleonteDal Camaleonte
Locale fresco in zona San Salvario, ex quartiere-degrado ora in mano alle leggi della movida, accanto alla stazione Porta Nuova. È il “Camaleonte Piola, in via Berthollet 9/F, gestito da una simpatica famiglia che sa farvi sentire sempre a casa. Si gusta una cucina casalinga adatta a tutti i regimi alimentari, anche i più integralisti. Nel menu c’è sempre anche qualche piatto a base di pesce a prezzi molto modici. Se non amate la vita notturna, andateci a pranzo, meglio se durante la settimana. Si mangia con meno di venti euro.

MercatometropolitanoCon le dita, lo street food
Se l’argomento street food vi interessa, vi consiglio di fare un salto al suggestivo “Mercato Metropolitano”, allestito all’interno dell’ex stazione Porta Susa, dove troverete cibo prêt à manger per tutti i palati, che siate amanti della cucina giapponese, della pizza, del cibo abruzzese o degli arancini siciliani. Si bevono vini al calice, frullati, centrifugati e birre artigianali locali. Si mangia con meno di dieci euro. Salute!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

WordPress spam blocked by CleanTalk.